Analisi
Heineken 18 anni fa - lunedì 15 marzo 1999

HEINEKEN

L'olandese HEINEKEN (43,50 euro - 84.228 lire; HEIN.AS), il 2° birrificio al mondo, produce e distribuisce birra con marchi internazionali (HEINEKEN, Amstel...) e marchi locali in Europa (70% delle vendite), nel continente americano (14%) e in Asia, Africa e nel Pacifico (16% complessivamente). Per il '98 il gruppo ha annunciato un utile totale e un fatturato in crescita rispettivamente del 29% e del 2% (7% in termini di volume). Questi risultati, brillanti rispetto al resto del settore, sono dovuti soprattutto alle sinergie scaturite dalle acquisizioni degli ultimi anni (riduzione dei costi) e al fatto che una parte crescente del fatturato proviene dai marchi internazionali i cui margini di guadagno sono superiori a quelli dei marchi locali. Per assicurarsi la crescita anche in futuro il gruppo ha intenzione di continuare la sua strategia di sviluppo internazionale in Paesi dove è ancora poco presente o dove il settore della birra ha ancora un forte potenziale di crescita. Per quest'anno tuttavia HEINEKEN si aspetta un rallentamento della crescita del mercato della birra, anche se i marchi internazionali e le birre speciali dovrebbero resistere meglio.
Anche se nel 1999 il gruppo riuscirà difficilmente a reiterare i risultati dello scorso anno, prevediamo una crescita del 13% del suo utile per azione. L'azione è tuttavia troppo cara per l'acquisto. Mantenere.

condividi questo articolo