Analisi
I dividendi Total 18 anni fa - lunedì 1 marzo 1999

I DIVIDENDI TOTAL

Ho venduto 110 azioni Total il 15 maggio scorso. Total ha pagato il dividendo agli azionisti il 27 maggio (cioè quando le avevo già vendute). La mia banca mi ha accreditato lo stesso il dividendo al netto delle ritenute fiscali per poi però riprenderselo facendomi anche pagare le ritenute: in pratica ci ho rimesso 148.000 lire. Non è un sopruso?

• Dalla documentazione che ci ha fornito sembrerebbe di sì. Il suo ordine di vendita in realtà è stato eseguito il 29 maggio, cioè dopo lo "stacco" del dividendo. Quindi lei aveva diritto a percepire la sua parte di utili e la banca infatti ha provveduto ad accreditarglieli. Ma qui iniziano i problemi: la Borsa di Parigi ha la liquidazione a termine, cioè ogni acquisto o vendita viene regolato a fine mese. Ciò significa che se vendete i titoli all'inizio del mese dovrete materialmente consegnarli all'acquirente alla fine del mese, contestualmente all'incasso del controvalore della vendita.
• Questo meccanismo complica un po' le cose quando le società staccano i dividendi: ad esempio se lei avesse venduto le azioni Total all'inizio di maggio avrebbe comunque ricevuto il dividendo (fino alla fine di maggio, infatti, le azioni sarebbero state in ogni caso in suo possesso), ma avrebbe anche dovuto versare una "indennità compensatoria" all'acquirente, cioè una sorta d'indennizzo, perché costui ha acquistato dei titoli con il diritto al dividendo senza però incassarlo. Alla fine, in sede di liquidazione, i conti tornano sempre: l'acquirente paga il controvalore dei titoli acquistati e riceve l'indennità compensatoria per il mancato dividendo. Per contro, il venditore che ha incassato il dividendo, riceve il controvalore della vendita e restituisce il dividendo pagando l'"indennità compensatoria".
• Questo meccanismo, per la verità un po' complicato, deve aver tratto in inganno la sua banca: il suo ordine di vendita, datato 15 maggio, è stato eseguito solo il 29 maggio, cioè dopo lo stacco del dividendo. Lei quindi avrebbe dovuto ricevere il controvalore della vendita e anche il dividendo senza dover pagare alcuna indennità compensatoria: chi ha acquistato le sue azioni, infatti, lo ha fatto dopo lo stacco (e non prima) e non ha quindi maturato alcun diritto sui dividendi.
La banca ha quindi commesso un errore: faccia una protesta scritta all'ufficio reclami chiedendo la restituzione del "maltolto".

condividi questo articolo