Analisi
Intro 18 anni fa - lunedì 22 marzo 1999

Comit oggetto di una OPS da parte di Unicredit raggiunge nuovi massimi.

GRAN TUMULTO PER LE BANCHE ITALIANE

• Settimana scorsa la Borsa americana ha più volte oltrepassato l'importante soglia dei 10.000 punti, ma alla fine ha chiuso la settimana con un marginale rialzo. A impedire a Wall Street di mantenere questo record vi è la discesa di IBM (-5% in settimana) su voci di risultati deludenti per il 1° trimestre dell'anno. I timori sono esagerati: potete acquistare il titolo. I mercati europei sono stati influenzati dalla pubblicazione dei risultati di numerose società e dalla girandola di acquisizioni e fusioni che continua a imperversare. Peggior mercato quello portoghese (-4,3%), migliore quello olandese (+2,65%).
• Milano ha chiuso la settimana con un rialzo dell'1%. E' tuttavia durante il fine settimana che sono state annunciate due importanti operazioni sul fronte bancario. IMI-San Paolo (vedi a lato) e
Unicredit hanno lanciato rispettivamente un'offerta pubblica di scambio (OPS) su Banca di Roma e Comit. Potete ancora acquistare Banca di Roma, Comit e San Paolo-IMI.
• In Europa i titoli finanziari continuano a ben comportarsi:
ABN-Amro e Axa sono saliti del 7%. Mantenete ABN-Amro e acquistate Axa. LVMH (+5%) ha rivisto al rialzo la sua offerta su Gucci, dopo l'accordo tra quest'ultima e la francese Pinault-Printemps-Redoute. Mantenete LVMH. Philips è salita del 10% per le trattative per acquisire un produttore di semiconduttori americano e al miglior andamento del settore dei semiconduttori. Acquistate Philips. In rialzo anche i titoli petroliferi grazie alla risalita dei prezzi del greggio. BP (+20% dal nostro ultimo consiglio,
n°
340) resta interessante. Acquistare. Eni +5% nonostante l'annuncio di risultati inferiori all'anno precedente vedrà i propri utili riprendersi. Acquistate Eni.

condividi questo articolo