Analisi
Pirelli 18 anni fa - lunedì 8 marzo 1999

PIRELLI

PIRELLI (2,64 euro; 5.112 lire), n° 6 al mondo nel settore dei pneumatici, ha appena firmato due accordi di collaborazione. Il primo, con l'americano Cooper (n° 8 al mondo), prevede la distribuzione di pneumatici PIRELLI nell'America del Nord e la commercializzazione di pneumatici Cooper nell'America del Sud. Con tale accordo, PIRELLI mira a raddoppiare le vendite nel NAFTA (Canada-Usa-Messico) nel giro di tre anni (attualmente sono il 3,5% del fatturato totale del gruppo). Il secondo accordo, con la francese Michelin, prevede la messa in comune della ricerca per lo sviluppo di un pneumatico in grado di funzionare (a velocità ridotta e per un numero limitato di chilometri) anche se bucato. Questi accordi migliorano la redditività di PIRELLI (già una delle più alte del settore) nel lungo termine.
Anche nei cavi (la seconda attività del gruppo), PIRELLI cerca di differenziarsi rispetto ai concorrenti puntando sui cavi superconduttori (che limitano le perdite di corrente durante il trasporto) e sullo sviluppo di amplificatori ottici (che migliorano la quantità di informazioni che viaggiano nei cavi).
PIRELLI si è impegnata in una strategia di alleanze. Per il futuro, pensiamo che l'accordo con Cooper potrebbe sfociare in un'alleanza che permetterà di ridurre i costi di produzione. Nell'attesa, il gruppo porta avanti da solo la strategia di riduzione dei costi di produzione. Potete acquistare l'azione, correttamente valutata.

PIRELLI

La strategia di alleanze è positiva nel lungo termine. Potete acquistare.

 

 

condividi questo articolo