Analisi
Tractebel 18 anni fa - lunedì 22 marzo 1999

TRACTEBEL

Nel '98 TRACTEBEL (144,50 euro - 279.791 lire; TREBt.BR), la holding belga dell'energia, ha realizzato un utile per azione e un fatturato in crescita rispettivamente del 15,4% e del 16,3%. Come sempre la partecipata Electrabel (produzione e distribuzione di energia) ha fornito il maggior contributo agli utili di TRACTEBEL (63,6%), ma negli ultimi anni il suo peso sta gradualmente diminuendo a vantaggio di EGI (attività internazionali in gas e energia) e Fabricom (installazioni tecniche e servizi di pubblica utilità), entrambe in forte espansione internazionale. Non per nulla EGI ha già il 46% della sua capacità produttiva in America Latina, mentre Fabricom realizza il 55% del fatturato fuori del Belgio (ha appena concluso un importante contratto nel gas in Norvegia). Anche per i prossimi anni ci attendiamo che gli utili del gruppo siano in aumento, grazie soprattutto al forte sviluppo del gruppo all'estero che gli permetterà di resistere alla maggiore concorrenza sul mercato belga dell'energia in fase di liberalizzazione. Infine sembra che si stia profilando la fusione fra TRACTEBEL, Electrabel e Distrigaz (distribuzione di gas in Belgio), un'operazione particolarmente favorevole a TRACTEBEL.
L'azione, che resta correttamente valutata, è scesa fortemente quando gli investitori si sono resi conto che la fusione non sarebbe stata imminente (saranno necessarie manovre preliminari). Viste le buone prospettive del gruppo approfittatene per acquistare.

TRACTABEL

Il strategia di internazionalizzazione del gruppo è promettente. Approfittate del calo del titolo per acquistare.

 

 

condividi questo articolo