Analisi
Pirelli 18 anni fa - lunedì 26 aprile 1999

PIRELLI

PIRELLI (2,91 euro - 5.635 lire) ha ottenuto nel '98 risultati positivi nel settore dei pneumatici (50% del fatturato), grazie agli sforzi intrapresi negli ultimi anni per migliorare la redditività: ammodernamento della gamma di prodotti, marketing aggressivo... Nonostante il fatturato sia leggermente diminuito nell'anno, la redditività dei pneumatici è nettamente aumentata (il margine di guadagno è passato dal 5,8% al 6,5%). Oltre al rigido controllo dei costi di produzione, PIRELLI dovrebbe ricavare dei profitti dai diversi accordi siglati recentemente: il principale è quello con l'americana Cooper per la distribuzione di pneumatici e la ristrutturazione delle attività in America del Nord. Anche la redditività del settore dei cavi (50% - per le telecomunicazioni, il trasporto di energia, ecc.) è cresciuta nel '98 e ha ancora margini di miglioramento, grazie agli investimenti realizzati nel settore degli amplificatori ottici e alla ricerca di nuovi mercati. Prevediamo che PIRELLI sigli nuovi accordi grazie al successo di Internet e alla deregolamentazione nel settore delle telecomunicazioni. Quest'ultima permetterà probabilmente al gruppo di acquisire nei prossimi mesi una partecipazione in una società di telecomunicazioni indonesiana.
Società molto bene amministrata, PIRELLI raccoglie i frutti dei suoi investimenti sia nel settore dei pneumatici sia in quello dei cavi. L'azione, il cui prezzo è corretto, resta interessante. Acquistare.

PIRELLI

Le prospettive di un miglioramento della redditività dovrebbero sostenere il prezzo. Acquistare.

 

 

condividi questo articolo