Analisi
Siemens 18 anni fa - lunedì 26 aprile 1999

SIEMENS

La holding tedesca SIEMENS (70 euro; 135.539 lire; SIEG.F) - attiva nella telefonia, l'energia, la tecnologia dell'informazione, i trasporti, i semiconduttori, i servizi medici e diversi settori industriali - realizza il 30% circa delle vendite in Germania. Nel 1° semestre dell'esercizio 1998/99 (terminerà il 30/9/'99) sia l'utile per azione che il fatturato del gruppo sono aumentati del 17%, grazie al contributo di tutte le divisioni. SIEMENS continua gli sforzi per accrescere la competitività tramite riduzioni di personale, potenziamento della divisione ricerca e sviluppo e mirate acquisizioni. Si rafforza inoltre nella tecnologia di trasferimento dati (compreso Internet), acquistando tre società americane del settore. L'obiettivo finale del gruppo è raggiungere il primo o il secondo posto a livello mondiale nell'80% delle proprie attività (contro il 60% attuale). In altri casi, SIEMENS migliora il profilo delle attività (poco redditizie e/o con debole crescita) prima di separarsene: è il caso della divisione semiconduttori che all'inizio del 2000 sarà quotata alla Borsa di Francoforte. E anche altre attività subiranno la stessa sorte. In tal modo SIEMENS migliorerà la redditività e raccoglierà fondi per continuare a rafforzarsi nei settori più promettenti.
Secondo noi la direzione riuscirà a migliorare nettamente la redditività di SIEMENS. Noi prevediamo un utile per azione di 2,8 euro per fine settembre '99 (+25%) e di 3,5 euro per fine settembre 2000. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

SIEMENS

Come la Borsa anche noi crediamo nella ristrutturazione di Siemens. Acquistare.

 

 

condividi questo articolo