Analisi
Toro 18 anni fa - mercoledì 14 aprile 1999

TORO

TORO (14,25 euro - 27.592 lire), grazie a un aumento delle vendite del 46,5% realizzato l'anno scorso, è balzata al quarto posto fra le compagnie assicurative, sorpassando SAI e La Fondiaria. L'utile è però diminuito di oltre il 30% rispetto al '97, a causa del cambiamento dei criteri contabili adottati nel '98 dalle assicurazioni. Per il '99, ci aspettiamo un aumento degli utili di circa il 12%, grazie anche all'eccellente contributo di Roma Vita (50% del capitale, in collaborazione con la Banca di Roma). Il controllo di TORO è in mano alla Fiat, che possiede il 61% delle azioni ordinarie. Tale società ha deciso di acquistare tramite OPA (Offerta Pubblica d'Acquisto) tutte le azioni privilegiate e di risparmio TORO a 9 euro per azione, eliminandole dal listino di Borsa. Rafforza così il suo controllo sulla compagnia, con la quale ha avviato il progetto TORO-Targa per la vendita di polizze auto presso la rete di concessionarie, sia in Italia sia all'estero (soprattutto Europa e Sud America). Ciò darà un forte contributo alle vendite di TORO, ma a nostro avviso peserà sugli utili futuri, vista la bassa redditività di solito realizzata da questo comparto.
Prospettive brillanti per le vendite di TORO, ma più contenute per i suoi utili. L'azione è cara. Non acquistare. Chi possiede azioni rnc o privilegiate può aderire alla prossima OPA.

condividi questo articolo