Analisi
Alitalia 18 anni fa - lunedì 3 maggio 1999

ALITALIA

ALITALIA (2,93 euro - 5.673 lire) è la principale compagnia aerea italiana. L'IRI (Ministero del Tesoro) detiene il 53% del capitale. I risultati '98 confermano la ripresa della società, che ha realizzato vendite per 9.067 miliardi di lire (+5% rispetto al '97) e ha ottenuto un utile di 0,145 euro per azione, quasi triplicato rispetto all'anno precedente, grazie soprattutto ai progressi ottenuti sul fronte della riduzione dei costi. Il '99 è tuttavia cominciato col piede sbagliato. La guerra nei Balcani, il disastroso avvio di Malpensa 2000 (su cui ALITALIA contava molto per recuperare passeggeri nel Nord Italia), l'aumento dei prezzi del carburante (una delle principali voci di costo delle compagnie aeree) stanno pesando fortemente sui risultati e la società stima di chiudere il 1° semestre in sostanziale pareggio (contro un utile di 152 miliardi di lire nello stesso periodo del '98). Anche l'alleanza con la compagnia olandese KLM, uno dei punti forti del piano di rilancio della compagnia di bandiera, sembra registrare ritardi.
Il titolo è correttamente valutato. Tuttavia le difficoltà registrate dall'importante polo aeroportuale di Malpensa e dalla formalizzazione definitiva dell'accordo con la KLM ci spingono ad attendere segnali concreti di miglioramento della situazione prima di consigliarvi l'acquisto del titolo. Non interessante.

ALITALIA

Il titolo Alitalia reagisce negativamente alle prime anticipazioni sui risultati '99. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo