Analisi
Alleanza 18 anni fa - lunedì 31 maggio 1999

ALLEANZA

ALLEANZA (10,75 euro; 20.815 lire) è una compagnia d'assicurazioni attiva solo nel ramo vita, in cui è leader in Italia con l'8,2% del mercato. Questo settore ha ottime prospettive di sviluppo se si considera che gli italiani spendono solo il 2% della loro ricchezza in premi assicurativi vita, contro il 6% in Francia e il 3% in Germania e che la previdenza pubblica italiana è in ridimensionamento. La crescita sarà facilitata anche dalla recente decisione del Governo di aumentare i limiti di detraibilità fiscale per l'acquisto di polizze vita e fondi pensione. Per sfruttare queste opportunità, ALLEANZA può basarsi su una rete di vendita presente in tutta Italia, a cui è indirizzata una continua attività di formazione (progetto Master) e di creazione di nuovi prodotti (fondi comuni, fondi pensione...). A questo si aggiunge l'accordo per la vendita di polizze presso gli sportelli di Banca Intesa (2° gruppo bancario italiano) che dovrebbe presto essere rafforzato con l'entrata di ALLEANZA in Carivita. Le vendite della compagnia sono così aumentate del 19% annuo nel 1° trimestre '99. Il forte controllo dei costi (che dovrebbero scendere dall'8% al 7% dei premi nel corso dell'anno) garantisce inoltre una maggior crescita della redditività. Dopo un utile per azione (senza elementi straordinari) di 0,24 euro nel '98, prevediamo dunque 0,28 euro nel '99 e 0,34 euro nel 2000.
Il titolo sopravvaluta le pur buone prospettive di ALLEANZA ed è quindi caro. Non acquistatelo.

ALLEANZA

 

Nonostante le buone prospettive, il titolo rimane sotto pressione perché è caro. Non acquistatelo.

 

 

condividi questo articolo