Analisi
Burgo 18 anni fa - lunedì 10 maggio 1999

BURGO

BURGO (6,32 euro - 12.237 lire) è la principale società italiana per la produzione di carta con una capacità produttiva di 2,1 milioni di tonnellate. La società ha chiuso il '98 con risultati eccellenti. Le vendite hanno superato i 2.900 miliardi di lire (+5% rispetto al '97), grazie all'incremento dei prezzi di vendita. Gli utili, depurati dagli effetti legati al cambiamento di alcune modalità con cui BURGO teneva la propria contabilità, sono stati di circa 1.500 lire per azione (0,77 euro): più che raddoppiati rispetto al '97. Il dividendo sarà di 600 lire per ogni azione ordinaria. La società, nonostante il rallentamento delle vendite alla fine del '98, ha registrato margini di guadagno tra i più elevati della sua storia, grazie all'effetto combinato di una buona tenuta dei prezzi di vendita e a una riduzione dei costi (cellulosa, energia, recupero di efficienza...).
Il '99 risentirà dell'andamento più riflessivo del settore cartario, anche se ci si aspetta una ripresa a partire dalla seconda parte dell'anno. Nel corso dell'anno, BURGO completerà gli interventi di riammodernamento degli impianti esistenti. Ha inoltre allo studio la costruzione di un nuovo impianto del costo di circa 1.000 miliardi. L'investimento, anche se impegnativo, permetterà alla società di ottenere nuova capacità a costi di produzione competitivi.
Il titolo è conveniente ai prezzi attuali e può ancora essere acquistato per il lungo termine.

BURGO

I buoni risultati '98 spingono al rialzo il titolo. Potete ancora acquistare.

 

 

condividi questo articolo