Analisi
IBA 18 anni fa - martedì 4 maggio 1999

IBA

• Acceleratori di particelle • Bruxelles
• 329,5 euro, 13.292 franchi belgi

Una delle aziende che in questo momento sta crescendo a tutta velocità è la belga IBA. L'azienda produce ciclotroni che vengono utilizzati in vari settori (radiografie, terapie contro il cancro, ionizzazione industriale) dotati ognuno di un forte potenziale di crescita. Recentemente il gruppo ha concluso alcune grosse acquisizioni, che rispondevano perfettamente alla strategia dell'azienda, che è quella di 1) acquisizioni che permettano di allargare la gamma di prodotti venduti e 2) integrazione verticale che permette di fornire un migliore servizio agli acquirenti finali dei suoi prodotti. Per sostenere questa strategia IBA ha recentemente lanciato un grosso aumento di capitale (circa 7 miliardi di franchi belgi). Vi riassumiamo di seguito le ultime acquisizioni:
- Griffith Micro Science (GMS) fornisce sistemi di sterilizzazione per aziende mediche quali Becton-Dickinson, Baxter Abott, però la sua tecnologia si basa ancora sull'utilizzo dell'ossido di etilene. Invece IBA già utilizza la rivoluzionaria e più evoluta tecnica basata sul fascio di elettroni.
- Sempre nel campo della sterilizzazione industriale, Radiation Dynamics (RDI) utilizza la stessa tecnologia di IBA, però si è specializzata nel settore degli acceleratori a bassa energia. Invece i rodiotroni di IBA sono del tipo ad alta energia.
- Mediflash (che ha appena acquistato un'azienda tedesca), vende sistemi di radioterapia convenzionale, che vengono utilizzati nei trattamenti contro il cancro e in molti accessori usati nella terapia protonica di IBA. Mediflash ha appena iniziato lo studio di un nuovo sterilizzatore industriale a bassa energia.

Secondo quanto comunicato da IBA stessa e studiando il prezzo pagato per le acquisizioni effettuate, la società dovrebbe raggiungere un utile per azione (EPS) di 3,67 euro. E per la fine del 2001 prevediamo che gli EPS raggiungano i 6 o 7 euro. A questi prezzo il titolo ci sembra caro, quindi non acquistate, ma sicuramente MANTENETE

condividi questo articolo