Analisi
Magneti Marelli 18 anni fa - lunedì 3 maggio 1999

 

MAGNETI MARELLI

MAGNETI MARELLI (MM - 1,34 euro; 2.595 lire) è il 1° produttore italiano di componenti auto. E' attivo nei sistemi di scarico (43% dei ricavi), nei cruscotti (20%), nei sistemi di illuminazione (8,5%). Il principale azionista è Fiat (65% del capitale), che rappresenta circa la metà delle vendite totali. Per il 1° trimestre del '99, MM ha registrato una bassa redditività e utili delle attività tipiche in calo del 15% rispetto allo stesso periodo del '98. Abbiamo quindi rivisto al ribasso le nostre previsioni per il '99. In questi ultimi anni, la redditività di MM ha sofferto più di quella dei concorrenti della guerra dei prezzi nel settore, a causa della forte dispersione delle attività. Da qualche mese MM sta quindi cercando di riposizionare le proprie attività. Dopo avere ceduto a una società giapponese le attività "motori elettrici", ha annunciato la creazione di una società con la tedesca Bosch per mettere in comune le attività "illuminazione". Tale società, che sarà attiva verso la fine del 2000, diventerà la n° 2 in Europa e permetterà di aumentare la redditività. MM punta inoltre sulla riduzione dei costi e sull'internazionalizzazione dei mercati di sbocco (sono allo studio investimenti in Cina e in India).
Nonostante il titolo sia conveniente e MM abbia recentemente accelerato il processo di ristrutturazione, vi consigliamo di mantenere. Gli sforzi intrapresi per aumentare la redditività sono ancora limitati. Inoltre, il mercato è attraversato da un'accesa guerra dei prezzi.

MAGNETI MARELLI

I timori sulla competitività del gruppo pesano sull'azione. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo