Analisi
SAP 18 anni fa - lunedì 17 maggio 1999

SAP

Il tedesco SAP (321,50 euro - 622.511 lire; SAPG.F), leader mondiale dei programmi per la gestione di impresa (ERP), ha realizzato nel 1° trimestre '99 un utile per azione stabile, un risultato migliore del previsto. Certo il gruppo risente della debole domanda (le imprese, impegnate ad adattare i loro sistemi al passaggio all'anno 2000, rimandano gli acquisti) e dell'aumento dei costi per il personale (36% di dipendenti in più), ma è riuscito a controllare bene gli altri costi e ha beneficiato del cambiamento del metodo contabile. Per il '99 SAP prevede un aumento delle vendite del 20-25% (inferiore al passato) e dei margini di guadagno in leggera crescita. Manteniamo invariate le nostre previsioni sull'utile per azione (6,5 euro).
I nuovi prodotti, soprattutto quelli destinati al dipartimento vendite/ marketing vanno comunque meglio del previsto e già da quest'anno le attività di SAP in Giappone dovrebbero, secondo la direzione, ritornare in attivo. Ma è soprattutto l'annuncio dell'offensiva di SAP sul fronte del commercio elettronico che fa ben sperare: d'ora in poi i suoi programmi saranno disponibili su Internet (aumento dei potenziali clienti per i minori costi di installazione), dove il gruppo creerà un ambiente in cui le imprese potranno acquistare e vendere prodotti fra di loro.
L'azione è correttamente valutata e, grazie soprattutto alla sua capacità di innovazione, SAP potrà, secondo noi, ritrovare una crescita del 35% a partire dal prossimo anno (8,8 euro l'utile per azione da noi previsto per il 2000). Acquistare.

condividi questo articolo