Analisi
Sorin Biomedica 18 anni fa - lunedì 3 maggio 1999

SORIN BIOMEDICA

SORIN BIOMEDICA (3,18 euro - 6.157 lire), attiva nella produzione e vendita di apparecchi biomedicali, ha visto i suoi ricavi diminuire nel 1998 del 13%, mentre i margini di guadagno sono scesi di due punti percentuali. La crisi finanziaria che ha colpito i Paesi emergenti e ancor di più la forte concorrenza sui prezzi sono state le cause di questi risultati. Per il 1° trimestre del '99 Sorin ha annunciato un leggero peggioramento del fatturato. La società è comunque sul punto di concludere l'acquisizione dell'americana Cobe, specializzata in apparecchi cardio-vascolari, grazie alla quale diventerà la n° 1 in questo settore e rafforzerà la propria presenza sul mercato americano (dall'attuale 10% al 30% circa). Sorin aumenta dunque il suo potere di mercato su una linea caratterizzata da elevati margini e cerca di ridurre i costi, ma l'effettiva realizzazione e la tempistica di questa riduzione dei costi pongono qualche ombra sulla redditività dell'operazione Cobe. D'altra parte Snia, che controlla il 75% del capitale di Sorin, ha manifestato l'intenzione di incorporare Sorin, ma rimane il problema del rapporto di cambio tra le due azioni, ancora da definire.
Siamo un po' più prudenti nei confronti di Sorin, sia per l'integrazione di Cobe sia per la possibile incorporazione in Snia. L'azione è correttamente valutata, mantenere.

SORIN BIOMEDICA

Cattivo debutto d'anno per Sorin. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo