Analisi
Falck 18 anni fa - lunedì 14 giugno 1999

FALCK

FALCK (6,96 euro - 13.476 lire) opera nel campo della produzione di energia elettrica tramite la Sondel, nel campo delle lavorazioni speciali degli acciai, nel settore ambientale tramite la CMI e in campo immobiliare (valorizzazioni aree industriali dismesse).
FALCK ha venduto nelle scorse settimane gli immobili della CMI alla GP Finanziaria di Emilio Gnutti (per un controvalore di circa 40 miliardi di lire), proseguendo la dismissione del patrimonio immobiliare.
Quest'anno, con il completamento delle centrali elettriche di Milazzo, Celano e Pomigliano D'Arco (in collaborazione con la Fiat Avio), Sondel completa la prima parte del piano di sviluppo, che ha triplicato la capacità produttiva della società (pari a circa 1.200 Megawatt). Intanto la società ha allo studio la costruzione di una centrale innovativa a carbone in Sardegna e di un'altra centrale in Basilicata, a cui si aggiungono progetti per la produzione di energia da rifiuti. Inoltre la società parteciperà alla gara per la privatizzazione della Aem di Torino e per le centrali elettriche del gruppo Snia. Altro comparto su cui punta la società è il settore ambientale (5% delle vendite) grazie anche all'accordo raggiunto col gruppo Agarini per riunire le rispettive attività sotto l'ombrello della CMI.
Le prospettive della società sono positive, soprattutto in campo energetico, ma il prezzo del titolo ne tiene già conto ed è secondo noi leggermente caro. Non acquistare.

FALCK

La battaglia in corso per il controllo della Falck contribuisce a mantenere elevate le quotazioni. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo