Analisi
Montedison raggruppa le azioni 18 anni fa - lunedì 21 giugno 1999

MONTEDISON RAGGRUPPA LE AZIONI

Dal 21 giugno MONTEDISON ha raggruppato le sue azioni. Anziché le vecchie 2.500 azioni, ora ne possedete 1.300 di maggior valore. Anche il lotto minimo è cambiato: adesso è di 1.300 titoli. Non per molto però...

• Lunedì scorso è partita la quotazione delle "nuove" azioni MONTEDISON. La società ha infatti effettuato un raggruppamento del capitale. Ogni 25 vecchie azioni possedute (ordinarie, di risparmio convertibili e non) gli azionisti hanno ricevuto 13 nuove azioni. Complessivamente però l'investimento per l'azionista non cambia: ognuna delle nuove azioni ha un valore più alto.
• Dal 21 giugno è cambiato anche il quantitativo minimo negoziabile in Borsa: non più 2.500 azioni, ma 1.300. Un bel passo avanti, ci siamo detti: per una volta tanto, un'operazione societaria non crea nuove spezzature (quantitativi inferiori al minimo negoziabile in Borsa), sfavorevoli ai risparmiatori (impossibilità di dare ordini con limite di prezzo, costi più elevati...). Purtroppo abbiamo dovuto ricrederci subito: la Borsa infatti ha anche comunicato che dal 19 luglio il quantitativo minimo diventerà pari a 2.000 azioni. Insomma, è solo questione di tempo: per ora va tutto bene, ma dal 19 luglio vi ritroverete sul gobbo una spezzatura di azioni MONTEDISON. Ancora una volta complimenti alla Borsa spa (che opera su delega della Consob)! A quando l'abolizione dei lotti minimi?

Per chi ha non ha il numero esatto

• Nel definire il rapporto di cambio, MONTEDISON ha fatto in modo di non penalizzare i suoi azionisti: ha infatti deciso di sostituire 25 vecchie azioni con 13 nuove. Poiché il lotto minimo era pari a 2.500 azioni, ogni azionista ha ricevuto 1.300 nuove azioni. Niente frazioni di azioni, dunque. E per chi non possiede un lotto minimo o un suo multiplo (5.000 azioni, 7.500 azioni...)? MONTEDISON ha pensato anche a questi azionisti. La società ha infatti offerto la possibilità di acquistare o vendere le azioni necessarie a ottenere un numero di azioni pari a 25 o a un suo multiplo.
• Ha inoltre stabilito il prezzo a cui deve avvenire la compravendita: deve essere pari ai 13/25 del prezzo ufficiale delle nuove azioni del giorno in cui viene effettuata l'operazione. Se, ad esempio, acquistate delle azioni il giorno 24 e il prezzo ufficiale di quel giorno è di 1,7 euro, pagherete ogni azione 0,88 euro. Non viene tuttavia specificato il termine massimo entro cui potete "aggiustare" il vostro quantitativo di azioni. Vi consigliamo quindi di farlo al più presto. Ricordatevi che per l'operazione la banca non deve applicarvi spese.

condividi questo articolo