Analisi
Burgo 18 anni fa - lunedì 19 luglio 1999

BURGO

BURGO (6,76 euro; 13.089 lire) è la principale cartiera italiana attiva soprattutto nella carta patinata per usi grafici (4° produttore europeo). I primi 3 mesi dell'anno registrano una discesa delle vendite del 20% e utili in calo del 40% circa rispetto allo stesso periodo del '98, dimostratosi particolarmente favorevole. La ripresa delle economie asiatiche (grandi consumatrici di carta) e di quella europea - attesa nella seconda parte dell'anno - fanno prevedere comunque risultati in miglioramento per questo settore fortemente legato all'andamento dell'economia e degli investimenti pubblicitari, in particolare per le carte patinate. Intanto la società ha completato il potenziamento dell'impianto di Mantova per la produzione di carta per quotidiani da carta riciclata. Sono allo studio la costruzione di un nuovo impianto del costo di circa 1000 miliardi in più anni, che permetterebbe di ottenere nuova capacità a costi di produzione competitivi e la possibilità di incrementare la produzione di energia elettrica da vendere (già oggi soddisfa quasi interamente il suo fabbisogno energetico).
Nonostante la recente risalita del titolo (che ha pagato un sostanzioso dividendo) l'azione resta conveniente e può essere acquistata per il lungo termine.

BURGO

La ripresa economica fa ben sperare per i risultati di Burgo. Potete acquistare.

 

 

condividi questo articolo