Analisi
Deutsche Bank 18 anni fa - lunedì 26 luglio 1999

DEUTSCHE BANK

La tedesca DEUTSCHE BANK (DB; 61,95 euro - 119.952 lire; DBKG.F), la prima banca al mondo, dopo l'acquisizione della banca d'affari americana Bankers Trust, ha rivisto la sua strategia di sviluppo in Europa. Falliti i tentativi, ostacolati dai governi locali, di acquisire banche straniere, DB opta ora per accordi di cooperazione e per partecipazioni di minoranza. In Spagna, ad esempio, si è alleata con le Poste, in Grecia ha appena acquisito il 5% della Ergobank e in Italia possiede dal '98 il 4,5% della Banca Commerciale Italiana e il 20% della Cariasti. In Germania si potrebbe assistere alla concentrazione fra le principali banche, cosa che riducendo la concorrenza sui tassi, avrebbe un effetto positivo sul margine d'interesse (differenza fra gli interessi incassati sui prestiti e quelli pagati sui depositi), oggi il più basso d'Europa. Nella banca d'affari l'integrazione della Bankers Trust sembra piuttosto problematica in seguito anche alle dimissioni di alcuni suoi dirigenti e dell'ex-amministratore delegato. E le partenze non sembrano terminate.
DB ha qualche difficoltà a integrare le acquisizioni e a allargare la rete. Visto il contesto vi consigliamo quindi di mantenere, ma non acquistare quest'azione correttamente valutata.

condividi questo articolo