Analisi
Mediaset 19 anni fa - lunedì 12 luglio 1999

MEDIASET

MEDIASET (8,72 lire; 16.884 euro) è il maggior gruppo televisivo privato italiano. Il controllo è in mano alla Fininvest (famiglia Berlusconi) che possiede il 49% del capitale. Recentemente, MEDIASET ha rinunciato all'acquisto del 10% di Tele+ (TV a pagamento) a un prezzo di favore, opzione che le era stata offerta dalla stessa Fininvest. La rinuncia è stata una mossa positiva, in quanto il gruppo resta focalizzato sul attività principale, quello della TV generalista. Il mercato pubblicitario è in forte crescita (+11,2% nei primi 5 mesi dell'anno) e dovrebbe portare MEDIASET a un utile per azione di 0,272 euro nel '99 e di 0,305 euro l'anno prossimo. MEDIASET, poi, si diversifica nelle telecomunicazioni, con il 19,5% di Albacom (telefonia fissa) e il 10% di Blutel (unico pretendente alla quarta licenza di telefonia cellulare), oltre a un accordo con Excite per raccogliere pubblicità su Internet. All'estero, MEDIASET aumenta la sua partecipazione nella spagnola Telecinco dal 25% al 40% del capitale: altra mossa positiva, dato l'ottimo andamento della controllata iberica e le sue prospettive di sviluppo in America Latina. La quota di Telecinco, inoltre, verrà utilizzata per costituire con il gruppo Kirch una holding televisiva europea.
Il titolo è troppo caro per consigliarne l'acquisto. Tuttavia, la rinuncia alla quota in Tele+ e l'aumento di quella in Telecinco sono due mosse positive per il gruppo: se avete delle azioni vi consigliamo di mantenerle.

MEDIASET

L'investimento in Telecinco è positivo, ma l'azione è troppo cara per essere acquistata. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo