Analisi
Ras 18 anni fa - lunedì 12 luglio 1999

RAS

La compagnia assicurativa RAS (9,40 euro; 18.201 lire) è la capogruppo per il Sud Europa della tedesca Allianz. La RAS è infatti presente in Italia (53% dei premi '98), Svizzera (21%), Austria (14%), Spagna (9%) e in altri Paesi europei. Nei primi tre mesi del '99, il gruppo ha aumentato del 9% la raccolta premi nel ramo danni e del 17% in quello vita. Quest'ultima dovrebbe accelerare a partire dalla seconda metà dell'anno, con l'entrata a regime dell'accordo di vendita agli sportelli del Credito Italiano.
I costi dovrebbero inoltre ridursi, grazie all'incorporazione in Italia di alcune controllate minori e alle razionalizzazioni all'estero. In particolare, in Spagna e Portogallo, RAS e AGF (altra controllata dell'Allianz) dovrebbero mettere in comune le proprie attività, mentre in Svizzera la ristrutturazione della controllata Elvia sta arrivando a conclusione. Infine, RAS punta a svilupparsi nel promettente settore del risparmio gestito grazie ad una rete di oltre 2mila promotori finanziari e alla banca telefonica Rasbank. Prevediamo quindi un utile per azione di 0,55 euro nel '99 e di 0,6 euro nel 2000.
Il prezzo dell'azione, che è corretto, continua a risentire del forte controllo esercitato dall'Allianz sul gruppo, che ne limita le possibilità d'espansione in Italia e all'estero. Non interessante. Chi possiede azioni rnc potrà convertirle in ordinarie a settembre.

RAS

L'andamento del titolo continua a essere poco entusiasmante. Non interessante.

 

 

condividi questo articolo