Analisi
Intro 17 anni fa - lunedì 30 agosto 1999

Dopo il crollo di luglio, agosto in ripresa per Piazza Affari.

UN MESE IN RIPRESA

• L'avvenimento atteso dai mercati finanziari durante tutto il mese è stato l'aumento dei tassi ufficiali americani, che è arrivato puntuale settimana scorsa. Il fatto è stato accolto con favore, soprattutto in Europa, dove le Borse hanno messo a segno buoni rialzi, in particolare nel Benelux (+6% circa ad Amsterdam e Bruxelles). Negli USA invece il tono è stato più dimesso: durante il mese, la Borsa è rimasta praticamente invariata. Continuate dunque a privilegiare le azioni dell'area euro.
• La Borsa di Milano ha recuperato oltre il 4% nell'ultimo mese (vedi grafico), soprattutto grazie alla crescita del settore finanziario.
San Paolo-IMI ha infatti guadagnato più del 14%, sulle ipotesi di accordo con l'INA (+11% - vedi a lato). Potete ancora acquistare San Paolo-IMI. BNL e UniCredit sono invece salite di circa il 12%, sulle voci di una loro possibile integrazione. Potete acquistare BNL e mantenere UniCredit. Generali è cresciuta di circa il 7% su voci, secondo noi poco fondate, di scalata ostile. Non interessante. Il gruppo potrebbe tuttavia acquistare La Fondiaria (+7,5%), che resta interessante per gli speculatori. Mediolanum è salita dell'8% per il possibile accordo con E-trade per la compravendita di azioni via Internet. Mantenere. Fra i titoli industriali, forte rialzo per AEM (+18%) sui progetti di sviluppo nelle telecomunicazioni. Non acquistate. In crescita anche Burgo (+12%) e SMI (+15%): potete acquistare entrambi. Ribasso del 7%, invece, per Fiat, dopo i deludenti risultati semestrali. Potete però mantenere il titolo.

• Oltre alla conclusione della battaglia borsistica tra BNP, SG e Paribas (vedi a lato), in Europa è stato al centro dell'attenzione il settore delle telecomunicazioni, dopo le ultime mosse di Deutsche Telekom (vedi a lato). Potete acquistare British Telecom e TELEFONICA.

condividi questo articolo