Analisi
Autonomy 17 anni fa - martedì 7 settembre 1999

AUTONOMY

· Gestione delle conoscenze
· Easdaq
·
9,25 Dollari statunitensi

Nell'ultimo numero prima della tradizionale pausa estiva, vi avevamo presentato questa società inglese produttrice di software per la gestione delle informazioni non strutturate, all'interno di un'azienda (intranet) ou su Internet.
Guardando i risultati del primo semestre '99, appare immediatamente chiaro che la società di Cambdrige, sta vivendo un periodo di grande successo. Le vendite sono quadruplicate rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, grazie alla firma di nuovi contratti e all'ottimo avvio dell'attività negli Stati Uniti, dove la società ha recentemente assunto nuovo personale, con lo scopo di far crescere sempre di più le vendite nel continente americano, indubbiamente il mercato più promettente per i prodotti AUTONOMY. Però è sbagliato ritenere che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna siano gli unici mercati in cui opera. Infatti la Scandinavia contribuisce concretamente al fatturato di un gruppo che ha appena aperto una filiale a Sydney. Segnaliamo che l'elevata crescita delle vendite nei prossimi tre anni è una condizione fondamentale che permetterà ad AUTONOMY di far lievitare i suoi utili (0,4 dollari nel 2002), anche come giustificazione del prezzo attuale.

Nonostante si tratti di una scommessa rischiosa, alla luce degli ultimi sviluppi siamo portati a credere che AUTONOMY abbia i mezzi giusti per vincerla. Investimento ad alto rischio, ma potenzialmente molto remunerativo. ACQUISTARE .

ANDAMENTO DI AUTONOMY IN DOLLARI

condividi questo articolo