Analisi
Gucci 17 anni fa - martedì 21 settembre 1999

GUCCI

• Prodotti di lusso
• New York
• 88,75 dollari statunitensi

I risultati semestrali di GUCCI, resi noti la scorsa settimana, hanno pienamente rispettato le previsioni. La cifra d'affari è saliito del 9% grazie, tra le altre cose, alla buona tenuta delle vendite in Giappone. Gli ultili per azione sono saliti ancora di più (+ 13 %), grazie agli interessi percepiti sui circa 3 miliardi di dollari detenuti in banca e da cui dipende la crescita futura del gruppo. Infatti l'azienda fiorentina non potrà certamente ripetere gli eccezionali risultati sin qui ottenuti (le vendite si sono quadruplicate rispetto al 1994) contando solo sul marchio GUCCI. Per poter crescere la società deve diventare un gruppo plurimarca, per sfruttare al meglio le sinergie, sia in termini di acquisto di spazi pubblicitari, che di logistica o spese generali. Per essere convincti basta guardare i dati degli ultimi trimestri. La crescita del gruppo non si è basata sui suoi prodotti tradizionali (articoli in cuoio e pelle), ma piuttosto sullo sfruttamento di nuove realtà come il prêt-à-porter, gli orologi e più recentemete la gioielleria. Questa diversificazione espone però il gruppo in maniera più pronunciata agli effetti della moda. E altrettanto vero che l'apporto di Tom Ford - il designer del gruppo - non verrà a mancare da un giorno all'altro, ma è comunque necessario avere a disposizione più marchi in modo da bilanciare un'eventuale disaffezione del mercato verso il marchio GUCCI.
E anche se, allo scopo, una o due acquisizioni ci sembrano necessarie, bisogna sapere cosa acquistare! Su questo argomento, il mistero è ancora molto fitto, anche se un paio di nomi, tra cui Fendi, già circolano. Domenico De Sole - amministratore delegato del gruppo -non sembra ancora intenzionato a scendere nell'arena, già occupata in questi giorni da LVMH o Prada, in quanto il suo obiettivo rimane quello di acquistare l'azienda giusta al prezzo giusto.

La volontà di utilizzare al meglio il denaro dei suoi azionisti non può che andare ad onore di GUCCI, però vista l'assenza di notizie più precise riguardo nuove acquisizioni, vi consigliamo di CONSERVARE.

ANDAMENTO DI GUCCI IN DOLLARI

condividi questo articolo