Analisi
Operazioni distinte 18 anni fa - lunedì 13 settembre 1999

OPERAZIONI DISTINTE

Possedevo 5.000 azioni MONTEDISON che, in seguito al raggruppamento, sono diventate 2.600. Quando è cambiato il lotto minimo (2.000 azioni), mi sono ritrovato con una spezzatura di 600 azioni. Volendola vendere, ho dato all'impiegato della mia banca il prezzo da voi indicato e ho chiesto l'esenzione dalle spese per la vendita. Niente da fare: per l'operazione non si può dare un limite di prezzo e si pagano le commissioni. Ho forse frainteso quanto da voi scritto sulla rivista?

Sicuramente siamo noi che non ci siamo spiegati in modo sufficientemente chiaro. Rivediamo l'operazione passo per passo.

Il raggruppamento

• In giugno MONTEDISON ha effettuato un raggruppamento azionario, sostituendo ogni 25 vecchie azioni possedute con 13 nuove azioni. Poiché il lotto minimo era di 2.500 azioni, chi possedeva tale quantitativo o un suo multiplo (5.000 azioni, 7.500...) è uscito indenne dall'operazione.
• Qualche problema l'ha avuto chi non si trovava in questa posizione. Solo a questi MONTEDISON ha offerto la possibilità di acquistare o vendere - senza spese - le azioni necessarie a ottenere un numero di azioni pari a 25 o a un suo multiplo. Valga un esempio: chi possedeva 2.720 azioni poteva acquistare 5 azioni a un prezzo pari a 13/25 del prezzo ufficiale delle nuove azioni del giorno in cui veniva effettuata l'operazione. Una volta in possesso di 2.725 azioni (2.720+5), gli sarebbero state assegnate 1.417 nuove azioni (2.725/25x13).

Il nuovo lotto minimo

Dal 19 luglio è cambiato anche il lotto minimo di azioni MONTEDISON, passando da 1.300 azioni a 2.000. Lei, che possedeva due lotti minimi, si è dunque trovato con una spezzatura di 600 azioni. Questo non c'entra tuttavia nulla con le condizioni previste da MONTEDISON per l'operazione di raggruppamento. Se quindi vuole vendere le sue 600 azioni, dovrà sottostare alle regole del mercato delle spezzature. Le confermiamo quindi quanto le ha detto l'impiegato della sua banca. Per l'operazione non potrà dare un limite di prezzo (il prezzo è quello di apertura) e dovrà pagare commissioni (lo 0,7% con un minimo che varia da banca a banca) e spese fisse (quelle previste dalla sua banca).

condividi questo articolo