Analisi
Toro 18 anni fa - lunedì 27 settembre 1999

TORO

TORO Assicurazioni (12,81 euro; 24.804 lire) ha raccolto nei primi sei mesi del '99 quasi 4mila miliardi di lire di premi, con una crescita del 42% annuo. Gli utili sono tuttavia rimasti stabili rispetto al 1° semestre '98. La forte crescita (+79%) delle vendite nel ramo vita (55% dei premi) proviene infatti quasi interamente dalla controllata Roma Vita che, vendendo le polizze agli sportelli bancari, risulta meno redditizia delle assicurazioni tradizionali. Nel ramo danni (+13% nel 1° semestre), TORO continua invece a risentire delle difficoltà del comparto RC auto (elevati costi per risarcimenti). All'estero, il gruppo è presente soprattutto in Francia (10% dei premi), dove la controllata Continent si rafforzerà acquisendo alcune attività dal gruppo Axa, ma non è ancora noto quanto verranno pagate e in che modo. Negli altri Paesi, TORO segue le sorti di Fiat, che, dopo la recente OPA (Offerta Pubblica di Acquisto), ha aumentato la propria partecipazione nella compagnia al 67% del capitale totale. Lo sviluppo dovrebbe quindi concentrarsi nel comparto auto in Paesi ad alto rischio (Polonia, Brasile...) e ciò peserà sulla crescita degli utili.
Nonostante il forte sviluppo nel ramo vita, le prospettive di TORO non sono eccellenti. Il titolo è caro. Non interessante.

condividi questo articolo