Analisi
ABB 17 anni fa - venerdì 29 ottobre 1999

ABB

Nei primi nove mesi dell'anno gli utili del gigante elvetico-svedese ABB (146,50 franchi svizzeri - 177.469 lire; ABBZ.S) sono cresciuti del 34%. Un risultato inferiore alle nostre previsioni, ma solo per gli importanti accantonamenti della sua nuova filiale di produzione di elettricità ABB Alsthom Power (APP), su cui restiamo comunque positivi (beneficerà di sinergie per 500-600 milioni di euro a partire dal 2003). Senza APP, il fatturato di ABB è cresciuto del 9% rispetto ai primi 9 mesi del '98, grazie all'apporto di tutte le divisioni e tutti i Paesi. Nei prossimi anni il gruppo, che prosegue con successo la concentrazione sui prodotti e sui servizi più redditizi (automazione), beneficerà della ripresa in Asia e dell'attesa crescita del mercato dell'energia in Europa a partire dal 2° semestre del 2000. ABB ha infine le risorse finanziarie per partecipare ai movimenti di concentrazione del settore e per rafforzarsi negli USA.
Prevediamo per il gruppo (senza APP) un utile per azione di 5,15 franchi svizzeri per il 1999 e di 7,48 franchi svizzeri per il 2000. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

ABB

La ristrutturazione in corso fa migliorare le prospettive del gruppo. Acquistare.

condividi questo articolo