Analisi
Alitalia 18 anni fa - venerdì 29 ottobre 1999

ALITALIA

ALITALIA (2,62 euro - 5.073 lire) è la principale compagnia aerea italiana. La società ha registrato ricavi in leggero calo nei primi 6 mesi dell'anno (-1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente), ma una pesante caduta degli utili. Questi sono infatti stati di poco superiori ai 29 miliardi di lire, ma solo grazie a guadagni straordinari per 155 miliardi (vendita di alcune partecipazioni). Senza questi ultimi la società avrebbe chiuso il semestre in perdita. Una serie di fattori negativi ha pesato sui conti di ALITALIA: gli effetti sul traffico aereo della guerra nel Kosovo; il difficile avvio di Malpensa, che ha generato costi supplementari per ALITALIA; il calo dei passeggeri legato alla situazione economica non brillante in Italia e in alcune aree del mondo. Buona parte di questi fattori sono comunque solo temporanei e il loro impatto sui conti aziendali relativi a questa seconda parte d'anno si attenuerà o scomparirà. Inoltre è appena diventato operativo l'accordo ad ampio raggio con l'olandese KLM. Se il '99 si chiuderà comunque in sostanziale pareggio (senza considerare i guadagni straordinari), nel 2000 ALITALIA dovrebbe tornare in utile grazie all'effetto congiunto dell'alleanza con KLM e del pieno regime di Malpensa.
Ai prezzi attuali, il titolo è caro e tiene già conto delle prospettive di recupero degli utili della società. Non acquistare.

ALITALIA

Risultati semestrali deludenti per Alitalia, comunque in recupero. Il titolo è caro, non acquistare.

condividi questo articolo