Analisi
Calcio : giocare o investire ? 18 anni fa - lunedì 25 ottobre 1999

CALCIO: GIOCARE O INVESTIRE?

La Sampdoria, nota squadra di calcio genovese oggi militante nel campionato di serie B, emette delle obbligazioni il cui rendimento è legato ai suoi risultati calcistici. Interessante per chi ama il gioco del calcio o quello d'azzardo, ma non per chi vuole investire.

Più innovativo di così...

Dal 26 al 29 ottobre, il gruppo Banca Intesa distribuisce attraverso le proprie filiali (Cariplo, Ambroveneto, Banca Carime e Cassa di Risparmio di Parma & Piacenza) delle obbligazioni innovative emesse dalla Sampdoria, che non verranno quotate in Borsa. I titoli hanno una durata di 4 anni (scadenza il 1° novembre 2003), garantiscono il rimborso del capitale investito alla scadenza e pagano delle cedole annuali a un tasso determinato in modo molto particolare:
- 2,5% lordo, per ogni anno in cui la squadra resta nel campionato di serie B (o in una serie inferiore). In altre parole, è un tasso minimo garantito;
- 7% lordo, nell'anno in cui la squadra sarà promossa dalla serie B al campionato di serie A;
- 5% lordo nel caso in cui la squadra rimanga nel campionato di serie A e non si verifichi l'ipotesi successiva;
- 14% lordo nell'anno (o negli anni) in cui la squadra si posizionerà nei primi 4 posti della classifica finale di serie A.

Facciamo due calcoli

Vediamo dunque qual è il rendimento ottenibile da questi titoli, a seconda dei risultati che la Sampdoria riuscirà a ottenere sul campo.
• Nel caso in cui la squadra rimanga sempre nel campionato di serie B (o in una serie inferiore), il rendimento è pari al 2,1875% annuo netto.
• Nel caso in cui la squadra giochi un solo anno in serie A, il rendimento sarà compreso fra il 3,13% e il 3,22% netto, a seconda della stagione in cui avviene la promozione.
• Nel caso in cui la squadra giochi due anni consecutivi in serie A, il rendimento sarà compreso fra il 3,67% e il 3,78% netto.
• Nel caso in cui la squadra giochi due anni non consecutivi in serie A (subisca cioè due promozioni e due retrocessioni), il rendimento sarà compreso fra il 4,12% e il 4,2% netto.
• Nel caso in cui la squadra giochi 3 anni in serie A, il rendimento sarà del 4,24-4,33% netto.
• Nel caso in cui la squadra giochi 4 anni in serie A, il rendimento sarà del 4,844% annuo netto.
• Il piazzamento finale nei primi 4 posti della classifica di serie A rappresenta una specie di bonus, che trasforma la cedola dal 5% al 14% lordo. Nel caso in cui questo succeda una sola volta nel corso dei 4 anni, il rendimento sarà compreso fra il 5,46% e il 6,64% netto. • Riassumendo: il rendimento sarà compreso tra il 2,1875% (è l'ipotesi peggiore: la squadra resta sempre nel campionato di serie B o in uno inferiore) e il 10,48% (è l'ipotesi migliore: non solo la Sampdoria ritorna in serie A, ma si piazza fino alla scadenza delle obbligazioni tra le prime 4 squadre in classifica).

Il gioco non vale la candela

• Come indicato nello stesso prospetto informativo per l'emissione dei titoli, l'investimento nelle obbligazioni della Sampdoria offre "un rendimento parametrato all'andamento di eventi che comportano un certo margine di aleatorietà". Il rischio è quindi più simile a quello del gioco d'azzardo che a quello di un investimento finanziario.
• Le obbligazioni inoltre non verranno quotate e non sarà quindi facile rivenderle prima della scadenza. Infine, l'affidabilità finanziaria dell'emittente non è stata valutata. A noi non sembra brillantissima (scarse prospettive di utili futuri). Vi sconsigliamo quindi di investire in queste obbligazioni.

condividi questo articolo