Analisi
Intro 18 anni fa - lunedì 25 ottobre 1999

Approfittate del ribasso di Italgas per acquistare il titolo.

AL TRAINO DEGLI USA

• Sono ancora le notizie riguardanti l'economia che orientano i mercati finanziari. Negli USA, i dati sull'inflazione sono stati rassicuranti, mentre in Europa la Bce ha mantenuto invariati i tassi ufficiali. Questo ha permesso un recupero generalizzato delle Borse, con in testa New York in rialzo del 4%, mentre Francoforte e Parigi hanno guadagnato oltre il 3%. Quanto alle imprese, i risultati del 3° trimestre confermano nell'insieme la ripresa dell'economia, in particolare in Asia.
• La Borsa di Milano è salita dello 0,3%, rallentata ancora una volta dal settore bancario (-0,9%) e da quello assicurativo (-0,8%). In quest'ultimo,
INA (-0,6%) ha ottenuto dal tribunale la possibilità di difendersi dall'attacco di Generali (-0,7%). Ma non si vede bene come potrebbe muoversi, visto che San Paolo-IMI (-1%), suo maggiore azionista, è già sceso a patti con il nemico. Restate alla larga da INA e Generali, mentre potete acquistare San Paolo-IMI. Tra i peggiori della settimana c'è stato Italgas (-4% - vedi grafico), che l'ENI (+2,4%) ha confermato di non voler cedere. Potete acquistare questi due titoli. In ribasso (-3,3%) anche Autostrade, per la quale si sta finalizzando la privatizzazione. Non interessante.
Rialzo di oltre l'8%, invece, per
Sirti (vedi a lato) e per Magneti Marelli (MM), ambedue in odore di cessione. Acquistate MM. TIM (+9,5% - non acquistare) ha invece beneficiato del prezzo elevato pagato dal tedesco Mannesmann (-7%) per acquisire il 3° operatore britannico di telefonia cellulare. Mantenere Mannesmann. Nell'informatica, crollo del 13% per IBM (vedi a lato) e del 5% per SAP, che hanno problemi di redditività. Mantenere SAP. Infine, caduta senza fondo per Philip Morris (-19% - vedi a lato) e BAT (-14%) a causa dei processi anti-tabacco che procedono negli USA. Mantenete, ma non acquistate.

condividi questo articolo