Analisi
Parmalat 18 anni fa - lunedì 18 ottobre 1999

PARMALAT

Il gruppo alimentare PARMALAT (1,23 euro - 2.382 lire), leader mondiale nel settore del latte, ha realizzato nel 1° semestre dell'anno vendite in crescita del 25% rispetto allo stesso periodo del '98 e un utile netto in aumento del 12%, grazie soprattutto alle acquisizioni realizzate l'anno scorso. Nei primi sei mesi dell'anno, PARMALAT ha continuato a espandersi in America Latina, negli Stati Uniti e in Italia (acquisizione di Eurolat, nuova società che ha "ereditato" le attività latte fresco di Cirio). L'offerta di PARMALAT per acquisire la cooperativa australiana Dairy Farmers è invece in sospeso. Da un lato, infatti, il management della cooperativa vuole quotare parte della Dairy Farmers in Borsa ed è quindi contro l'offerta PARMALAT. Dall'altra i soci della cooperativa sono interessati all'offerta. In caso di successo, PARMALAT diventerebbe il n° 1 del latte in Australia, mercato strategico per l'espansione nella regione Asia-Pacifico.
Per il '99 e il 2000 stimiamo una crescita dell'utile per azione (al netto degli elementi straordinari) rispettivamente del 15% e del 12%. Nel lungo termine, la società dovrebbe beneficiare della posizione acquisita sui nuovi e promettenti mercati (Sud America e Asia). L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

PARMALAT

Il prezzo di Parmalat è a livelli interessanti. Potete acquistare.

condividi questo articolo