Analisi
RAS 17 anni fa - lunedì 25 ottobre 1999

RAS

RAS (8,84 euro - 17.117 lire) è la seconda compagnia assicurativa italiana, attiva nei rami danni (63% dei premi) e vita (37%). Il suo maggiore azionista è il tedesco Allianz (51% del capitale). Nella prima metà del '99, la vendita di polizze è salita del 7,7% annuo a 4.784 milioni di euro. Il buon andamento (+20%) delle vendite in Italia (52% del totale) ha ampiamente compensato la diminuzione (-3%) registrata all'estero, soprattutto nel ramo vita (il più redditizio) in Svizzera e in Spagna. In quest'ultimo Paese, RAS ha invece aumentato molto la raccolta nel ramo danni (+27%), grazie all'aumento delle tariffe nel settore Auto e all'integrazione delle sue controllate con quelle di AGF (altra controllata di Allianz). Da quest'ultima, RAS ha anche acquisito la portoghese Sps, mentre le ha ceduto le controllate olandesi. I due gruppi stanno inoltre integrando le rispettive società nel settore dell'assistenza e dei viaggi, in cui conquisteranno la leadership europea. Le migliori prospettive per RAS restano comunque in Italia, dove vende polizze tramite gli sportelli di UniCredit (di cui possiede il 5% del capitale), sviluppa il canale Internet per l'assistenza ai clienti e ha una buona posizione nel risparmio gestito (n° 14 nei fondi comuni).
Prevediamo un utile per azione di 0,55 euro nel '99 e di 0,6 euro nel 2000. Il prezzo dell'azione, che è corretto, tiene già conto delle prospettive della società. Non acquistare.

condividi questo articolo