Analisi
Aceralia 17 anni fa - lunedì 29 novembre 1999

ACERALIA

Nel 3° trimestre il gruppo siderurgico spagnolo ACERALIA (11,94 euro - 23.119 lire; ACR.MC) ha pubblicato dei risultati un po' inferiori alle nostre attese, a causa soprattutto alla crescita dei prezzi dell'acciaio di bassa gamma (laminati a caldo,...) minore del previsto. Malgrado il buon andamento dei settori automobilistico e della costruzione in Spagna i suoi utili totali si sono ristretti di ben tre volte rispetto ai primi 9 mesi del '98, a causa del crollo dei prezzi dell'acciaio. Per tutto l'anno prevediamo quindi un utile per azione (senza elementi straordinari) di 0,6 euro contro gli 1,39 euro del '98. Ma il mercato dell'acciaio è in miglioramento. Prevediamo quindi per il 2000 un utile per azione di circa 1,4 euro. ACERALIA dovrebbe infatti beneficiare della forte domanda di acciaio in Spagna, che dovrebbe far risalire i prezzi, nonché dell'acquisizione (in via di conclusione) del siderurgista spagnolo Ucin. Infine ACERALIA intende aumentare la produzione del redditizio acciaio piatto che verrà facilmente assorbita dal mercato spagnolo finora costretto a importare acciaio.
La strategia di ACERALIA - focalizzata all'acquisizione dei concorrenti più piccoli e all'aumento della propria capacità produttiva - dovrebbe migliorerà ancora la sua redditività, già superiore alla media del settore. L'azione è conveniente. Acquistare.

ACERALIA

L'attesa risalita dei margini di guadagno dovrebbe sostenere il titolo. Acquistare.

condividi questo articolo