Analisi
Burgo 18 anni fa - lunedì 15 novembre 1999

BURGO

BURGO (6,75 euro - 13.070 lire) è la principale società italiana per la produzione di carta, con una capacità produttiva di oltre 2 milioni di tonnellate. Nei giorni scorsi, la società ha emesso un prestito obbligazionario da 200 milioni di euro per finanziare la costruzione di un nuovo impianto per la produzione di 400.000 tonnellate di carta di tipo patinatino (500 milioni di euro di investimenti) presso lo stabilimento di Verzuolo. L'impianto, che sarà pronto alla fine del 2001, permetterà di aumentare la capacità produttiva del gruppo a costi competitivi, grazie all'adozione di tecnologie avanzate.
Il settore cartario sta dando chiari segni di recupero, grazie alla ripresa economica in Europa e al superamento della crisi nei Paesi asiatici.
La cellulosa (materia prima della carta) sta registrando prezzi in deciso aumento e i prezzi della carta stanno seguendo il movimento. Ciò avrà un impatto positivo sui conti del gruppo, soprattutto a partire dai primi mesi dell'anno prossimo (0,6 euro l'utile per azione previsto per il 2000).
Il titolo è secondo noi conveniente e beneficierà della ripresa economica in atto in Europa. Potete acquistare.

BURGO

Burgo emette obbligazioni per finanziare i nuovi investimenti. Il titolo è conveniente. Acquistare.

condividi questo articolo