Analisi
General Motors 17 anni fa - venerdì 3 dicembre 1999

GENERAL MOTORS

In novembre le vendite dello statunitense GENERAL MOTORS (GM; 72,13 dollari - 139.163 lire; GM.N) sono ristagnate, mentre il mercato automobilistico americano è cresciuto del 6,7%. E per il '99 la quota di mercato di GM potrebbe scendere addirittura al 28%, un minimo storico. Certo il gruppo potrebbe ribassare i prezzi, ma ciò peserebbe sulla redditività. Anche in Europa la concorrenza è sempre più agguerrita e pesa sulla redditività di Opel (uno dei marchi di GM), che secondo la direzione dovrebbe tornare a produrre utili solo nel 2000. GM cerca di reagire rinnovando i modelli, differenziando di più la politica commerciale dei vari marchi.... Inoltre, in anticipo suoi concorrenti, tesse la sua tela sul mercato asiatico. Già azionista dei giapponesi Suzuki (10%) e Isuzu (49%), tratta l'acquisto di una partecipazione in Subaru e negozia anche con Honda.
GM fatica a rendere attraente la sua gamma negli USA. E se le riduzioni dei costi cominciano a dare frutti, lo sviluppo in Asia contribuirà ai risultati solo nel tempo. L'azione è correttamente valutata. Mantenere.

condividi questo articolo