Analisi
STMicroelectronics 17 anni fa - lunedì 20 dicembre 1999

STMICROELECTRONICS

Nel 3° trimestre la società italo-francese di semiconduttori STM (139,60 euro- 270.303 lire; STM.PA) ha realizzato dei risultati superiori alle attese. Il fatturato è cresciuto del 22,6% e l'utile per azione di oltre il 31%, malgrado SST non fosse in grado di soddisfare la forte domanda. Ma con l'entrata in funzione entro la prima metà del 2000 di due nuovi impianti produttivi in Francia e Italia, il gruppo potrà risolvere i suoi problemi di capacità produttiva. In più STM, grazie alla presenza in segmenti in forte crescita (cellulari, decodificatori digitali, modem...) e su mercati in piena ripresa (Sud-est asiatico e Europa), dovrebbe beneficiare appieno del ciclo positivo per i semiconduttori. Ci aspettiamo quindi che il suo fatturato cresca del 17% nel 1999 (contro il 15% in media del settore) e che STM continui a fare meglio dei concorrenti almeno sino al 2002. Infine il gruppo, da una parte, continua a stringere alleanze con vari leader di settore come Ericsson (nei cellulari), Telia e Virata (per velocizzare la trasmissione dati via Internet...)... Dall'altra, acquisisce piccole società molto specializzate come l'americano Arithmos (circuiti integrati per schermi digitali).
Prevediamo un utile per azione (senza elementi straordinari) di 1,62 euro per il 1999 e di 2,76 euro per il 2000. STM beneficerà della sua presenza su mercati a forte crescita (più del 50% del fatturato è realizzato grazie ad applicazioni con un tasso di crescita medio annuo di oltre il 30%), delle alleanze strategiche (Nokia, Alcatel, Bosch...), della padronanza nei SOC (sistemi integrati su un unico chip) e dell'aumento della capacità produttiva. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

STM

STM vi permette di puntare sia sui semiconduttori che sulle telecomunicazioni. Acquistare.

condividi questo articolo