Analisi
BES 17 anni fa - lunedì 24 gennaio 2000

BES

Ad appena una settimana di distanza dall'acquisizione da parte del Banco Comerciale Português (seconda banca portoghese) del Banco Mello, anche il Banco Espirito Santo (BES; 28,38 euro - 54.951 lire; BESN.N) e il Banco Português de Investimento (BPI), rispettivamente la quarta e la quinta banca in Portogallo, sentendosi forse minacciati da questo nuovo colosso bancario, hanno deciso di fondersi. L'operazione, tramite scambio di azioni (100 azioni BES ogni 692 azioni BPI), darà vita a BES.BPI (di cui BES deterrà il 59% del capitale e BPI il 41%), che sarà la prima banca privata portoghese con oltre il 20% del mercato. Con questa fusione i due partner contano di ridurre i costi, di proteggersi da eventuali tentativi d'acquisizione da parte di altre banche nazionali o estere e di poter più facilmente effettuare importanti acquisizioni, come quella del Banco Pinto & Sotto Mayor (6% del mercato portoghese).
La fusione è promettente. Il nuovo gruppo sarà meglio posizionato per continuare l'espansione e le riduzioni dei costi dovrebbero favorire la crescita degli utili. Abbiamo quindi rialzato da 1,80 a 2,10 euro le nostre previsioni per l'utile per azione di BES nel 2000. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

BES

La fusione di BES con il Banco Português promette bene. Potete continuare ad acquistare BES.

condividi questo articolo