Analisi
Heineken 17 anni fa - lunedì 17 gennaio 2000

HEINEKEN

Le autorità spagnole sulla concorrenza hanno ratificato l'acquisizione del birrificio spagnolo Cruzcampo da parte del gigante olandese HEINEKEN (50,33 euro; 97.452 lire; HEIN.AS), ma hanno imposto delle condizioni (cessione dei piccoli marchi di Cruzcampo,...). D'ora in poi HEINEKEN sarà presente in Spagna con una quota di mercato del 33% e con 3 marchi: quello principale HEINEKEN e due locali (El Aguila, già detenuto, e Cruzcampo). D'altro canto, visto che la maggior parte dei mercati europei della birra è in stagnazione e ormai prossima alla saturazione, HEINEKEN non trascura lo sviluppo nei Paesi emergenti, soprattutto l'Est europeo (acquisizione di due birrifici polacchi), ma anche l'Asia e il Sud America, dove superata la cattiva congiuntura, i consumi dovrebbero accelerare. Inoltre il gruppo beneficia della forte crescita del mercato della birra negli USA (+14% per HEINEKEN nel 1° semestre '99) e si sviluppa nel segmento in piena crescita delle birre di specialità (aromatizzate alla Tequila,...), in voga fra i giovani.
Per il '99 e il 2000 prevediamo un utile per azione in crescita rispettivamente del 14% e del 16%. Ed anche in futuro HEINEKEN - grazie alla sua posizione di forza sul mercato (n° 2 mondiale) e alla sua strategia di acquisire società locali per integrarle e sfruttarne la rete di vendita per commercializzare anche i suoi marchi internazionali - dovrebbe svilupparsi a ritmi più sostenuti della media del suo settore. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

condividi questo articolo