Analisi
Suez-Lyonnaise 17 anni fa - martedì 4 gennaio 2000

SUEZ-LYONNAISE

Il gruppo francese SUEZ-LYONNAISE des Eaux (SLE; 159,90 euro -309.610 lire; LYOE.PA) realizza un terzo del proprio fatturato nell'energia, tramite la filiale belga Tractebel, di cui ha acquisito l'intero capitale nel corso del '99. In Belgio e in Svizzera sono in corso attualmente delle inchieste giudiziarie su eventuali pratiche di riciclaggio di denaro sporco, riguardanti dei rapporti d'affari di Tractebel in Kazakistan. La presenza in questo Paese è molto importante per il gruppo, per via della sua posizione strategica in Asia centrale. Tractebel vi aveva acquisito due centrali elettriche e vi ha ottenuto una concessione per l'estrazione di gas. In quest'ultima occasione, del denaro venne versato sui conti svizzeri di tre partner locali, che oggi risulterebbero legati a organizzazioni mafiose. Gli altri settori in cui opera SLE vanno peraltro a gonfie vele. Sia nel trattamento delle acque (20% dei ricavi) sia in quello dei rifiuti (20%). IL gruppo beneficerà così della sua presenza sia in mercati maturi (Europa occidentale) sia in Paesi emergenti (Asia...).
Le prospettive di SLE rimangono buone, visto anche che il "rischio Kazakistan" è già stato previsto nei conti del gruppo. I risvolti dell'inchiesta giudiziaria tuttavia a breve termine potrebbero pesare sul titolo, che è correttamente valutato. Mantenere, ma per il momento non acquistare.

condividi questo articolo