Analisi
Topcall 17 anni fa - martedì 25 gennaio 2000

TOPCALL

· Messaggeria integrata
· Easdaq
· 15,90  euro

TOPCALL, n° 1 mondiale della messaggeria integrata, ha pubblicato i risultati, provvisiori per il 1999. Le previsioni indicano un aumento del fatturato tra il 12 ed il 17%, rispetto al 30% atteso. La ragione di questi risultati deludenti non è altra che il ritardo nella stipula degli ordini a causa del baco del 2000 durante l'ultimo trimestre del 1999 e soprattutto in dicembre. Ciò nonostante che a novembre la dirigenza di TOPCALL dichiarasse il contrario. Il fatturato dell'ultimo trimestre 1999 è stato di circa 7 milioni di euro, cioè quattro in meno rispetto al previsto.
A causa degli investimenti per la rete di vendita e nel marketing - effettuati soprattutto negli Stati Uniti dove i risultati sono stati inferiori alle attese - TOPCALL prevede una crescita modesta o addirittura una stazionarietà dell'utile prima delle imposte. Secondo noi quest'ultimo dovrebbe aumentare dell'8%, raggiungendo gli 8 milioni di euro, contro i 7,4 del 1998. L'utile per azione invece dovrebbe scendere da 0,65 e 0,46 euro, rispetto agli 0,44 del 1998.
Tutte le speranze si basano sui risultati delle vendite di Communication Server One, l'ultimo nato in casa TOPCALL, che integra la messaggeria vocale. Secondo la dirigenza, sono molti i contratti che stanno per essere firmati e le impressioni della clientela sembrano positive. Inoltre, ora che la paura del baco è passata, molte aziende dovranno tornare ad investire nei loro progetti informatici, soprattutto in Asia dove la ripresa degli investimenti dovrebbe stimolare il fatturato di TOPCALL.

Nonostante le delusioni del quarto trimestre, continuiamo a nutrire fiducia nell'azienda. ACQUISTARE.

condividi questo articolo