Analisi
Magneti Marelli 17 anni fa - lunedì 21 febbraio 2000

MAGNETI MARELLI

Il produttore di componenti auto Magneti Marelli (MM – 3,76 euro; 7.280 lire) ha pubblicato risultati per il '99 leggermente inferiori alle attese. Il gruppo ha migliorato la propria redditività grazie alla riduzione dei costi (ristrutturazione) e della pressione fiscale. Tuttavia, si è trovato in una situazione difficile dovuta alla crisi dei mercati sudamericani e alle continue pressioni sui prezzi esercitate dai costruttori di automobili. MM ha così registrato un utile per azione (senza elementi straordinari) di 0,13 euro, ma beneficia anche di importanti plusvalenze dalla vendita di attività per un totale di circa 0,19 euro per azione. Per il 2000, stimiamo un utile per azione di 0,16 euro, grazie alla politica della società di riduzione dei costi e al lancio della nuova Fiat Punto, che le dovrebbe assicurare un livello di attività più elevato rispetto al '99. L'atteso rialzo del mercato automobilistico brasiliano inoltre aiuterà il gruppo. Infine, MM continuerà la strategia di crescita – tramite accordi e acquisizioni – per aumentare la redditività di un numero più limitato di attività (controllo motore, termico, sicurezza, strumentazione…).
Magneti Marelli ha raccolto i primi frutti derivanti dalle riduzioni di costi. L'azione è correttamente valutata: acquistare.

MAGNETI MARELLI

Dal '95 Magneti Marelli (in neretto) va peggio della Borsa, ma il titolo e' interessante: acquistare.

condividi questo articolo