Analisi
Montedison 17 anni fa - lunedì 7 febbraio 2000

MONTEDISON

Montedison (1,77 euro – 3.427 lire) è un gruppo attivo nell'agroindustria tramite Eridania-Béghin-Say (EBS; 77% dei ricavi), nell'energia con Edison (11%), nella chimica fine con Ausimont e Antibioticos (6,5%)… Il suo maggiore azionista è Compart, che ne possiede circa un terzo del capitale e che ha ora deciso di salire al 100% con il lancio di un'Offerta Pubblica di Acquisto (OPA). L'operazione è positiva perché arriva in un momento di crisi per Montedison. Nel 1999, l'utile è infatti sceso del 76% rispetto all'anno precedente, a 0,027 euro per azione. I motivi sono il cattivo andamento di EBS e Antibioticos, che hanno visto crollare i prezzi di vendita dei propri prodotti, e l'aumento dell'indebitamento (+56%) a causa dei massicci investimenti di Edison nell'estrazione di gas e nella costruzione di centrali elettriche. Questi assicurano comunque la redditività futura di Edison, mentre per EBS e Antibioticos è già stata varata la ristrutturazione (riduzioni di personale…). Abbiamo tuttavia rivisto al ribasso le nostre previsioni di utile per Montedison da 0,11 a 0,085 euro per azione nel 2000.
L'OPA offrirà 1,85 euro per azione ordinaria e 1,1 euro per azione rnc. Dato il peggioramento delle prospettive di Montedison, il prezzo ci sembra corretto. Potete mantenere, in attesa dell'OPA.

MONTEDISON

 

L'azione ordinaria (in grassetto) e quella rnc si sono avvicinate ai prezzi dell'OPA. Mantenetele.

condividi questo articolo