Analisi
Pirelli 17 anni fa - lunedì 21 febbraio 2000

PIRELLI

Pirelli (2,74 euro – 5.305 lire) continua a focalizzarsi su un numero sempre più limitato di attività. Ha così appena acquisito BICCGeneral, il produttore britannico di cavi per l'energia, in perdita nel '99, ma che Pirelli spera di far tornare in utile già da quest'anno. Per riuscirci, saranno tuttavia necessarie delle ristrutturazioni, che peseranno temporaneamente sulla redditività dell'intero gruppo. Per quest'anno abbiamo quindi rivisto al ribasso le nostre stime. Prevediamo un utile per azione, senza elementi straordinari, di 0,135 euro contro i precedenti 0,14 euro. La recente acquisizione permetterà all'attività "cavi" di diventare la più importante del gruppo (circa il 65% del fatturato). Con queste operazioni – nel '98 ha acquisito i cavi per l'energia di Siemens – Pirelli mira a migliorare la redditività totale (chiusura di stabilimenti…) e la gamma dei prodotti e a trarre profitto dalla liberalizzazione del settore dell'elettricità in Europa. La strategia di leadership è seguita anche nel settore pneumatici (35% del fatturato), con la specializzazione nei pneumatici di alta gamma per auto sportive (Jaguar, Ferrari…). Inoltre, per rafforzare la propria presenza nel settore, Pirelli potrebbe nel medio termine stringere nuove alleanze.
Pirelli continua a rafforzarsi nelle attività principali tramite alleanze o acquisizioni di concorrenti. La strategia darà buoni frutti nel lungo termine. Potete acquistare l'azione, che è conveniente.

PIRELLI

Le buone prospettive del gruppo non si riflettono ancora nel prezzo dell'azione. Interessante.

condividi questo articolo