Analisi
SAP 17 anni fa - lunedì 7 febbraio 2000

SAP

Il tedesco SAP (633 euro – 1.225.659 lire; SAPG.F) è il leader mondiale dei programmi per la gestione d'impresa (ERP). Nel 1999 le sue vendite hanno rallentato la corsa (+18%) e l'utile per azione è salito solo del 12%. Ciò è imputabile al temuto bug dell'anno 2000 (rimandati molti investimenti informatici), ma anche al fatto che SAP ha accumulato ritardo rispetto a certi concorrenti nel proporre nuovi prodotti e rendere compatibili i suoi programmi con Internet. In più negli USA (40% del fatturato) un buon numero dei suoi dirigenti è passato alla concorrenza. Tuttavia il gruppo sembra aver superato il momento critico. Già nel 4° trimestre il suo fatturato è cresciuto del 30% e gli utili (prima delle imposte) del 79%. MySAP, la sua offerta di programmi su Internet, ha riscosso successo e il gruppo prevede che quest'anno la metà delle vendite saranno legate a Internet. Inoltre le buone performance nei programmi (margini di guadagno più elevati dei servizi) dovrebbero migliorare la redditività. Infine SAP per motivare di più i dipendenti intende realizzare un piano di "stock options" (possibilità di acquistare azioni a prezzi preferenziali) per il personale. Ma, visto che per finanziarlo comprerà azioni sul mercato (non ne emetterà di nuove), ciò non diluirà gli utili.
SAP ritorna al passo con i concorrenti e dovrebbe beneficiare dell'atteso boom del commercio elettronico. Prevediamo un utile per azione di 8 euro quest'anno di 10,4 euro nel 2001. Ma l'azione è troppo cara per l'acquisto. Mantenere.

condividi questo articolo