Analisi
ABN Amro 17 anni fa - lunedì 6 marzo 2000

ABN AMRO

Nel 1999 la banca olandese ABN-Amro (21,36 euro – 41.359 lire; AAH.AS) ha realizzato un utile per azione di 1,72 euro (+40%). Questo risultato, superiore alle nostre previsioni, è dovuto all'aumento dei ricavi (+23,8%), grazie soprattutto alla crescita delle commissioni e degli interessi incassati sui prestiti, ma anche alla riduzione degli accantonamenti per coprire i crediti a rischio. Questi risultati sono il frutto del miglioramento della congiuntura in generale, e in particolare della ripresa in America Latina e Asia, regioni dove ABN Amro realizza ben il 23% del fatturato. Per il 2000 prevediamo un rallentamento della crescita dei risultati (+10%), a causa delle perturbazioni dei tassi d'interesse a livello mondiale. A più lungo termine il suo piano Internet (transazioni bancarie online), che mira a ridurre le spese nella banca commerciale in Olanda (la cui redditività è già elevata rispetto agli altri Paesi europei), dovrebbe dare buoni frutti. Infine, secondo noi, ABN- Amro sarà capace di attirare nuovi partner per accrescere la propria rete in Europa.
I risultati '99 sono positivi e la strategia ambiziosa. L'azione è conveniente. Acquistare.

ABN AMRO

Il titolo non ha reagito, ma noi siamo ottimisti sulla nuova strategia del gruppo per Internet. Acquistare.

condividi questo articolo