Analisi
Italcementi 17 anni fa - lunedì 3 aprile 2000

ITALCEMENTI

Nel 1999 Italcementi (9,21 euro – 17.833 lire) ha realizzato un utile totale per azione in crescita del 95% e anche senza elementi straordinari la salita è stata del 60%. La redditività è infatti aumentata (il margine di guadagno sulle attività è passato dal 13,4% al 15%), grazie soprattutto al contributo dei mercati della costruzione italiano, francese e americano. Tuttavia, cosa che ci ha un po' deluso, la crescita è stata realizzata soprattutto nel primo semestre. Nel secondo semestre per soddisfare la forte domanda francese Italcementi è stato infatti costretto a ricorrere al cemento proveniente dal Belgio, cosa che ovviamente ha pesato sui suoi margini di guadagno. Per il 2000 prevediamo un utile per azione di 0,6 euro (0,525 euro nel '99). In Europa (72% dell'attività del gruppo), dove i mercati della costruzione restano ben orientati, le vendite di cemento dovrebbero infatti continuare a crescere, anche se ad un ritmo minore del '99. Inoltre il gruppo continuerà la sua politica di riduzione dei costi soprattutto in Italia: maggiore integrazione fra gli impianti produttivi; più utilizzo di energie alternative al posto del petrolio… Infine Italcementi sta ristrutturando le società acquisite negli ultimi anni (fusione delle fabbriche marocchine, modernizzazione delle tailandesi e rumene), ma ciò darà frutti solo col tempo.
Nel '99 i risultati del gruppo sono cresciuti fortemente e secondo noi la stagnazione della redditività nel 2° semestre '99 non dovrebbe perdurare. Dopo il forte calo all'inizio dell'anno, l'azione è oggi correttamente valutata. Acquistare.

ITALCEMENTI

Il gruppo ha buone prospettive per il 2000. Approfittate del forte calo del titolo per acquistare.

condividi questo articolo