Analisi
Montedison 17 anni fa - lunedì 17 aprile 2000

MONTEDISON

Montedison (1,85 euro; 3.582 lire) è una holding industriale con partecipazioni in quattro comparti: agro-industriale (51% di Eridania Beghin-Sai), chimica (Ausimont e Antibiocos attraverso la sub-holding Montecatini posseduta al 100%), energia (61,3% Edison) e ingegneria (100% Tecnimont). Compart – la controllante di Montedison –  ha lanciato un'Operazione Pubblica d'Acquisto (OPA) sulla totalità delle azioni Montedison che le ha permesso di arrivare a detenere il 93,4% delle azioni ordinarie, l'84,2% delle azioni di risparmio convertibili e l'82,7% di quelle non convertibili di quest'ultima. Avendo superato la soglia del 92% delle azioni ordinarie possedute, Compart è ora obbligata a ritirare le azioni ancora sul mercato lanciando una nuova OPA. La Consob – l'organo di controllo della Borsa – non ha ancora deciso né il prezzo d'acquisto né la data di quest'operazione che porterà Montedison a uscire dalla Borsa. I risultati di bilancio per l'esercizio '99 di Montedison sono tutt'altro che rassicuranti: l'utile per azione (comprese le partite straordinarie) ammonta a 0,03 euro (-71% rispetto al '98). Questa drastica diminuzione è dovuta all'andamento negativo di tutti i comparti in cui operano le sue partecipate, ad eccezione del settore energetico, che ha aumentato i ricavi dell'11,8%.
Il titolo è valutato correttamente. Chi non ha aderito all'OPA mantenga le azioni nell'attesa che la Consob dia il via libera all'OPA.

MONTEDISON / EDISON

Chi non ha aderito all'OPA, mantenga. A Montedison (grassetto; base 100) preferite Edison.

condividi questo articolo