Analisi
Alitalia 17 anni fa - lunedì 8 maggio 2000

ALITALIA

Il gruppo Alitalia (2,32 euro – 4.492 lire), controllato dallo Stato attraverso l'IRI, opera principalmente nel settore del trasporto aereo, di linea e charter, in quello turistico e in quello informatico. Per migliorare la propria competitività, il gruppo ha stretto numerosi accordi commerciali e strategici sia a livello nazionale, sia a livello internazionale, garantendo così oltre 5.000 collegamenti nel mondo incentrati su due aeroporti intercontinentali (Roma Fiumicino e Milano Malpensa). Alitalia, nel primo trimestre di quest'anno ha ottenuto discreti risultati in termini di aumento del traffico passeggeri (+12%) e della capacità di trasporto offerta (+5%). Dopo la recente notizia di divorzio dalla compagnia olandese KLM – dovuta ai ritardi nella privatizzazione e alla questione del traffico aereo su Malpensa – la strategia di Alitalia sarà orientata alla riorganizzazione delle strutture, alla reimpostazione delle iniziative commerciali e di marketing e alla predisposizione di un nuovo piano relativo allo sviluppo di accordi strategici con altri partner (principali candidate sono Swissair e Air France). E' prevista inoltre un'accelerazione da parte del Governo sulla privatizzazione della compagnia di bandiera, che dovrebbe garantire maggior dinamicità a livello strategico e la possibilità di stringere nuove alleanze.
Il titolo resta caro e il gruppo stenta a trovare una strategia vincente – per quest'anno prevediamo una leggera perdita e il pareggio nel 2001. Non acquistare.

ALITALIA/BORSA MILANO

Il titolo (in grassetto; base 100) va peggio del mercato (indice Comit 30) e inoltre è caro. Non acquistare.

condividi questo articolo