Analisi
Sanpaolo-IMI 17 anni fa - lunedì 22 maggio 2000

SAN PAOLO-IMI

Sanpaolo-IMI (17,05 euro – 33.013 lire) è il 2° gruppo bancario italiano, con oltre 1.400 sportelli, concentrati soprattutto nelle regioni nord-occidentali (63% del totale). I risultati del 1° trimestre 2000 evidenziano un miglioramento in tutte le aree d'attività. L'utile, al netto dei proventi straordinari, ammonta a 0,19 euro, in crescita del 20% rispetto allo stesso periodo del '99. Il miglioramento è dovuto in prevalenza all'aumento del 36% delle commissioni da servizi (passate da 474 milioni di euro a 647 milioni), grazie soprattutto al favorevole andamento del settore del risparmio gestito. Continuano intanto le trattative per l'acquisto del 49% di Bn Holding - la società che controlla la maggioranza del Banco di Napoli - da BNL e Ina. Tale acquisizione, che avverrebbe ad una cifra che si aggira attorno ai 780 milioni di euro, permetterebbe a Sanpaolo-IMI di svilupparsi nel centro-sud d'Italia dove attualmente è poco presente. Nei mesi scorsi le trattative si erano ancorate sul problema della cessione alla Sga di partite a rischio del Banco di Napoli per un ammontare di oltre 6mila milioni di euro, avvenuta nel '97. La questione sembra ora risolta, anche se Sanpaolo-IMI si è riservato la possibilità di riesaminare la questione in futuro.
I buoni risultati del 1° trimestre 2000 danno ragione al nostro ottimismo sulla Banca. Il titolo è ancora conveniente. Acquistate.

SANPAOLO-IMI / BANCHE

L'azione (in grassetto; base 100) è perfettamente in linea col settore e in più è conveniente. Acquistate.

condividi questo articolo