Analisi
ABN Amro 17 anni fa - lunedì 26 giugno 2000

ABN-AMRO

La nuova direzione dell'olandese ABN-Amro (25,61 euro – 49.588 lire; AAH.AS) ha già lanciato un piano di riorganizzazione. Entro gennaio 2001 il gruppo verrà riorganizzato non più per Paesi, ma per attività: banca d'affari, banca commerciale e gestione dei patrimoni. Tre divisioni autonome che dovrebbero attirare più facilmente dei partner. Negli ultimi anni ABN, non riuscendo a realizzare grandi operazioni di crescita esterna (alleanze, acquisizioni…) è stato infatti messo ai margini in taluni segmenti come la banca d'affari e la gestione dei patrimoni in Europa. Questa nuova struttura dovrebbe sboccare in nuove alleanze in Europa, in Brasile e negli USA, mentre il gruppo conta di rivedere i suoi piani di sviluppo nelle altre regioni (Asia, America centrale,…). Infine ABN si impegna a aumentare la redditività.
Anche se è troppo presto per dire se la riorganizzazione darà buoni frutti, la direzione è determinata a portarla in fondo. Noi continuiamo a prevedere un utile per azione di 1,9 euro nel 2000 e di 2,15 euro nel 2001. L'azione è conveniente. Acquistare.

ABN-AMRO/ AMSTERDAM

ABN (nero, base 100) va peggio della Borsa, ma la riorganizzazione potrebbe invertire la tendenza. Acquistare.

condividi questo articolo